DESIGNED BY JOOMLATD
    • Area archeologia del Quartiere Ellenistico-Romano(Agrigento)
    • Ricostruzione 3d dell'abitazione IIIA ( Quartiere ELlenistico Romano - Ag.)
 

L'architettura perduta

Un'abitazione del Quartiere Ellenistico Romano

Scritto da Mariangela Riggio.

 Vai direttamente alla Visita virtuale

 Un intuitivo sistema di navigazione ricco di contenuti multimediali mostra la ricostruzione ipotetica di un’abitazione del Quartiere Ellenistico-Romano dell’area archeologica di Agrigento. Qui gli scavi del  1954-1955 portarono alla luce un complesso urbano di circa 15.000 m2 di superficie: testimonianza della struttura abitativa dell’antica Akragas. Tale complesso urbano sarebbe sorto nella seconda metà del IV sec. a.C. su rovine più antiche e durato fino al IV-V sec. d.C., e in esso si distingue l’impianto urbano del di tipo ippodameo, costituito da isolati rettangolari (insule) delimitati da platèiai (strade con orientamento est-ovest) e stenopoi  (strade con orientamento nord-sud). La ricostruzione tridmensionale con la “visita virtuale” qui proposta mostra un’abitazione appartenente alla terza insula, denominata dagli archeologi IIIA. Dai ruderi rimasti, essa si può considerare come la meno ricca nell’apparato decorativo, a differenza di altre che presentano complesse decorazioni musive nelle pavimentazioni e resti di intonaco colorato sui brani murari che fanno pensare alle pareti affrescate alla maniera di Pompei ed Ercolano. Caratteristica principale, invece, di questi ruderi, è il chiaro impianto planimetrico che permette di definire questa abitazione come tipica siciliana a pastàs (portico sul quale si aprivano gli ambienti principali), poi ricondotta alla tipologia a peristilio con la successiva erezioni di colonne di diametro inferiore che insieme alla preesistenti della pastàs compongono, per l’appunto, il peristilio.

 Nella ricostruzione virtuale, gli elementi architettonici e decorativi (vedi ipotesi ricostruttiva di alcune pavimentazioni) derivano dal diretto studio dei ruderi, dal rilievo planimetrico degli stessi e dallo studio di fonti bibliografiche. All’interno della visita virtuale a guidare l’utente vi è uno spaccato assonometrico con la definizione degli ambienti che aiuterà a comprendere l’articolazione degli spazi e a “muoversi” al loro interno: una serie di collegamenti visualizzati tramite simboli sferici consentono con un solo clic di avviare l’esplorazione dell’ambiente individuato. Alcune indicazioni compaiono a schermo: delle frecce aiutano l’utente nella navigazione (anche il solo movimento del mouse tenendo premuto il pulsante destro  è sufficiente per muoversi all’interno della scena a 360°), delle icone con la lettera i indicano la presenza di informazioni che si aprono cliccando su di esse (un altro clic le chiude). I video che mostrano il sistema di apertura di alcune porte si avviano in automatico non appena viene visualizzata l’ambientazione corrispondente. 

 

 Vai alla Visita virtuale

 

 

 

 

Visitatori

Abbiamo 27 visitatori e nessun utente online

Cerca nel sito