DESIGNED BY JOOMLATD

Progetti

Architettura - Ricostruzioni 3D

Archeologia - Ricostruzioni 3D

Restyling Chairs

ANNUNCI

Detrazioni fiscali per la ristrutturazione edilizia: interventi su edifici condominiali

Scritto da Arch. M. Riggio.

Torniamo sull'argomento “detrazioni fiscali per interventi sul costruito” al fine di proporvi un approfondimento relativo ai lavori realizzati in condominio.

Sono detraibili, a tal proposito, le spese sostenute per la realizzazione di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, nonché di interventi per la riqualificazione energetica e sismica su parti comuni di edifici condominiali. In particolare, le detrazioni IRPEF del più alto valore percentuale riguardano gli interventi che hanno come obbiettivo il miglioramento delle prestazioni energetiche dell'edificio o delle caratteristiche antisismiche. È possibile infatti ottenere una detrazione fiscale del 70% per interventi mirati al risparmio energetico (come ad esempio per un migliore isolamento termico dell'involucro opaco e trasparente) che incidano per almeno un 25% sulla superficie dell'immobile; mentre è possibile ottenere fino all'85% per interventi di riqualificazione energetica contestuali adinterventi che contribuiscono a ridurre il rischio sismico. In quest'ultimo caso, gli interventi sono detraibili solo se realizzati su edifici condominiali ubicati in territorio classificato come zona sismica 1-2 o 3 (è escluso quindi l'intervento su edifici in zona sismica con il rischio più basso: la zona 4).  

Le spese sostenute devo essere rendicontate e pagate mediante bonifico, l'arco di tempo nel quale le spese possono essere sostenute va da gennaio 2017 al 31 dicembre 2021. Trattandosi di interventi su spazi comuni di edifici condominiali, il tetto massimo di spesa ammissibile per la richiesta di detrazioni fiscale tiene conto nel numero delle unità immobiliari presenti. Ad esempio, per gli interventi finalizzati al miglioramento delle prestazione energetiche dell'edificio la soglia massima di spesa è pari al 40.000 € moltiplicato per il numero delle unità immobiliari presenti; per gli interventi finalizzati al miglioramento sismico la soglia massima è data da 136.000 € per il numero delle unità.  

L'ENEA (Agenzia Nazionale per l'Efficienza Energetica) ha di recente aggiornato e pubblicato, sul sito web, un utile vademecum in cui è possibile reperire tutte le informazioni dettagliate sul tema.

 

Di seguito trovate utili link per approfondire sul sito dell'Enea.

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI PARTI COMUNI DEGLI EDIFICI CONDOMINIALI: vademecum ENEA (10/09/2018)

LE DETRAZIONI FISCALI PER L'EFFICIENZA ENERGETICA

I VADEMECUM DELL'ENEA 

 

 

Altri articoli sulle detrazioni fiscali:

Detrazioni fiscali per gli interventi sul costruito: parte 1

Detrazioni fiscali per gli interventi sul costruito: parte 2

 

Visitatori

Abbiamo 11 visitatori e nessun utente online

Cerca nel sito

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo